La decisione intelligente

Le diverse forme del processo decisionale, comprese la razionalità e il rispetto delle regole, sono procedure utili al processo decisionale stesso, ma nessuna forma ne garantisce l’intelligenza.
Decisione intelligente significa processo decisionale che dà risultati che contribuiscono al benessere del decisore o al benessere di un gruppo, organizzazione, società, ecc.
L’intelligenza di un’azione è definità dal punto di vista dei risultati.
Una definizione dell’intelligenza basata sui risultati non solo rende l’intelligenza un giudizio a posteriori, ma la rende anche soggettiva.
Nel caso di team e attori multipli diventa davvero difficile dare una definizione di decisione intelligente.

In realtà quello che posso definire è se una decisione è razionale o conforme a regole.

Una decisione può essere definita razionale se, indipendentemente dal fatto che produca buoni risultati, è assunta tramite un processo che segue una determinata procedura per scegliere fra diverse alternative in termini di aspettative sulle conseguenze future.
Es: un’organizzazione finanziaria prende decisioni razionali se fa un’analisi sistematica delle probabibili conseguenze future delle possibili alternative e sceglie quella che massimizza il valore atteso. Draghi.

Una decisione può essere definita conforme a regole se prevede cambiamenti comportamentali concreti in risposta al feedback (positivo o negativo) della prestazione.
Es: Organizzazione che apprende. Apple.

IN QUESTO MODO RAZIONALITA’ E APPRENDIMENTO DIVENGONO CONCETTI E CARATTERISTICHE DI PROCEDURE EX ANTE E NON DEFINITE DAI LORO RISULTATI.

Come creare un rapporto più coerente tra i decisori e il loro ambiente?
Usando la conoscenza e l’esperienza. Essere abili nell’utilizzare la conoscenza per anticipare le conseguenze e stabilire preferenze è un dato essenziale.
Rapportando ciò che è conosciuto e conoscibile alle decisioni.
Creando significati.
Usando il processo decisionale come occasione per espandere le percezioni, costruire il sé, stimolare l’impegno, dato che il processo decisionale presuppone una comprensione delle cose, di quelle che sono e che potrebbero essere, e favorisce la possibilità di trasmetterle ad altri.

La conoscenza circa le difficoltà della definizione e dell’acquisizione di virtù attraverso il processo decisionale sembrerebbe indurre al pessimismo circa le possibilità di determinare azioni intelligenti.
In realtà sarebbe sbagliato abbandonare la partita per almeno due ragioni fondamentali:
1. i problemi sono difficili, ma non aldilà dell’umana coprensione e dunque possono trovare soluzione;
2. se l’impegno umano dipendesse dalla comprensione della vita e dalle speranze nelle conseguenze future sarebbe meno attraente di quello che in realtà è.

Il processo decisionale aumenta l’eleganza e la bellezza della vita. L’idea di decisione dà significato all’obiettivo, al sé, alla complessità della vita sociale.

L’uomo è mortale. Può essere. Ma permetteteci di resistere alla morte. E se il nulla è ciò che ci aspetta, permetteteci di non agire come se esso fosse l’unico destino.
Étienne Pivert de Sènancour

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...